© 2020 Liblee | P.IVA 08073730015
Cassiopea_
11 followers
Sorpresa
3 maggio 2021

Sorpresa nella sorpresa

Il numero 88 come un'ossessione - "e chissà perché". La parola "Violenza". Incubi sui serial killer ritornati. Nella rima con "ino", quando leggo sbaglio parola con "taglierino" ovunque. [...] La sorpresa nella sorpresa: da un lato so che qualcosa c'è di diverso in me, perché me lo sento da dentro. Dall'altro so già per quale motivo. E non me ne faccio una colpa, tuttavia so che ogni questione è mutata. Verso di me, verso gli altri, verso il futuro. Chi sa "tutto", mi fa sentire in soggezione perché oramai il vaso di Pandora è come esploso; chi non sa, invece, è protetto e rimarrà così fino a che non parlerò pure con loro. Ma non credo, preferisco che restino nella nebbia - se si può dire così. [...] Nell'aver esposto qualcosa di oscuro di me stessa alla psicologa, a mia mamma, a due persone della classe, mi fa sentire "consapevole di...". Ed è come se un cristallo da tempo rimasto immobile, si sia spezzato. Senza però cadere, senza però rompersi del tutto. E' lì: né rotto né intatto. Forse però "mai più bello come agli inizi". Le parti rotte si vedono eppure non fanno paura, le parti ancora belle ci sono eppure è come se non facessero più effetto. Ma il cristallo riesce a stare "concreto". Io riesco a stare concreta. [...] Ad ogni modo, so che c'è qualcosa che è mutato in me verso "chi sa" e non è una cosa positiva, perché so che s'è spezzato un mio modo di essere. Non riesco più a pensare di essere "la vera me". Come se fossi imbarazzata verso una qualunque argomentazione. Cosa può essere? Sono sbagliate le mie sensazioni, o sono solo io ad essere già mutata? [...] E non so neanche se posso ammettere che ciò mi piaccia o meno. Andiamo avanti così!, "frase sarcastica". [...]

0
0
0
0
0
0